top of page
Tasto home plate NNA Presenza.Online

La Parrocchia

Santo Stefano Protomartire di Bedizzole

logo Santo Stefano protomartire Bedizzole

La parrocchia Santo Stefano Protomartire si trova nel centro del Comune di Bedizzole affacciata nella splendida piazza Vittorio Emanuele II, sede del municipio del paese.

La parrocchia dispone di un Centro Giovanile attrezzato per svariate attività sociali.

NON MANCA NULLA

"ecco quanto è buono e quanto è soave che i fratelli vivano insieme!"

[Salmo 133:1]

i Santi Patroni

Soldato romano.jpg

SANT'ACACIO DI BISANZIO
Protettore dei soldati e agonizzanti

Soldato di alto rango dell'esercito romano con il grado di Centurione, originario della Cappadocia. 

Martirizzato l'8 maggio 303 d.C. per essersi rifiutato, durante la persecuzione di Diocleziano, di eseguire un sacrificio agli dei pagani. Si narra che durante la prigionia furono gli Angeli a prendersi cura di lui.

E' uno dei santi ausiliari, invocato dai fedeli, per lenire l'emicrania.

Sticks and Stones

SANTO STEFANO PROTOMARTIRE
Protettore di diaconi, muratori, scalpellini, tagliapietre e selciatori

Primo di tutti i martiri, uno dei primi sette diaconi scelti per aiutare gli apostoli nella diffusione del Vangelo, testimoniando la propria fede in Cristo.

Accusato di blasfemia e condannato a morte  per lapidazione, secondo le usanze del tempo, durante l'esecuzione era presente anche un uomo di nome Saulo, che si convertì in seguito sulla via di Damasco e che oggi tutti conosciamo come San Paolo.

Ulivo

SANT'ERMOLAO DI NICOMEDIA
Protettore degli Uliveti

Prete ed evangelizzatore della fede. Annunciava il Vangelo percorrendo le vie della Betinia, nell'Asia minore. Guida per molti cristiani e martiri, tra i molti fu precettore di San Pantaleone  (santo ausiliario per le infermità), al quale indicò il modo di risanare anche lo spirito dei sofferenti oltre alle infermità.

Insieme affrontarono il martirio durante la persecuzione di Diocleziano.

Era il 27 luglio 305 d.C.

Sapevi che...

I Santi ausiliari sono un gruppo di 14 santi invocati dai fedeli per chiedere la guarigione di determinate malattie.

Comparvero, ad un pastorello tedesco, attorno al Bambin Gesù altri quattordici bambini. Si presentarono come "i quattordici salvatori"

Scopri chi sono >
Santo
Ricorrenza
Invocato contro
San Biagio
03 feb
Il mal di gola
San Ciriaco di Roma
08 ago
le tentazioni e le ossessioni diaboliche
San Cristoforo
25 lug
la peste e gli uragani
San Dionigi
09 ott
i dolori alla testa
San Giorgio
23 apr
le infezioni della pelle
San Pantaleone
27 lug
le infermità muscolari, la tubercolosi
San Vito
15 giu
la corea, l'idrofobia, la letargia e l'epilessia
Sant'Acacio
08 mag
l'emicrania
Sant'Egidio
01 set
il panico e la pazzia
Sant'Erasmo
02 giu
i dolori addominali
Sant'Eustachio
20 set
i pericoli del fuoco
Santa Barbara
04 dic
i fulmini, la febbre e la morte improvvisa
Santa Caterina d'Alessandria
25 nov
le malattie della lingua
Santa Margherita di Antiochia
20 lug
i problemi del parto

Sapevi che...

Il logo utilizzato parrocchiale racconta il martirio di Santo Stefano attraverso simboli, a lui attribuiti.

Scopri quali sono >
logo Santo Stefano protomartire Bedizzole

Spiccano i sette rami di palma, che rappresentano i primi sette diaconi scelti dagli Apostoli per provvedere ai bisogni dei primi fedeli, specialmente delle vedove e degli orfani, portando loro amore (cuore) e cibo di vita eterna (spighe di grano). Infondendo misericordia e carità, pilastri della Santa Chiesa, pietra della Fede Cattolica, ma anche pietra di sofferenza.

I colori: il rosso per la carità ed il martirio subito con la lapidazione; il grigio colore a cui si associano le pietre, di sofferenza e di fondamentaSanto Stefano è rappresentato dal ramo di palma oro, come primo martire cristiano misericordioso.

Santi patroni

Nel martirio la violenza è vinta dall’amore

"I martiri sono vivi adesso, in tanti Paesi. I cristiani sono perseguitati per la fede. In alcuni Paesi non possono portare la croce: sono puniti se lo fanno. Oggi, nel secolo XXI, la nostra Chiesa è una Chiesa dei martiri."

Papa Francesco

Madonna e Santi Bambino

La Parrocchiale 
nei secoli dei secoli

Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino.
Salmi [119:105]

pieve di Pontenove a Bedizzole Pieve di

Trasferimento della sede parrocchiale, dalla Pieve Santa Maria di Pontenove alla Chiesa Santo Stefano di Bedizzole

1475

Lavorazione asse in legno

Nonostante il difficile periodo e lo scoppio della guerra di Ferrara, meglio conosciuta come la guerra del sale, la continua presenza degli eserciti veneziani alleati e quelli nemici del Duca di Calabria, titolo dell'erede al trono del Regno di Napoli, che si fronteggiavano seminando desolazione che coinvolse anche la popolazione di Bedizzole, le opere di ampliamento della Chiesa di Santo Stefano continuarono senza sosta. 

lance armi di difesa del medioevo

La popolazione del Comune di Bedizzole, asserragliata nel proprio Castello, respinse in tre giorni l'assedio del Duca di Calabria

1483

vecchi documenti, un registro

Il Reverendo L. Emigli manifestò interesse nel costruire una chiesa più spaziosa.

Il 28 dicembre, durante l'assemblea comunale il console propose: - deliberata la fabbrica di una nuova parrocchia e sia fatta la fabbrica stessa con quel modello ed in quel sito che piacerà -. 

1720

scale in pietra

8 maggio 1721, giorno della ricorrenza dei santi patroni, viene posata la prima pietra della nuova Parrocchiale, progetto affidato ad Antonio Spazzi.

1721

una croce illuminata dal sole, luce della Fede

Il Vescovo di Brescia, Giovanni Molin, consacrò la chiesa.

Era il 21 aprile 1760

1760

parrocchia santo Stefano di Bedizzole interno

Nel 1888 la dipintura della volta terminò. Questo fu possibile grazie alla benevola donazione, della Signora Rosa Restelli  Colturi.

1888

Restauratore Utilizzando Scalpello

Iniziarono i lavori di restauro interni ed esterni e durarono una decina di anni.

1989

La Parrocchiale

Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona
Genesi [1,31]